Vita da mamma con Fitbit

Da quando utilizzo il mio dispositivo Fitbit Charge 2 sono felicissima. È una vera esperienza che non solo mi consente di raggiungere gli obiettivi che mi sono prefissata ma mi aiuta e mi incita quotidianamente a superarli e a dare di più.

Sono una delle cosiddette sporty mummy ossia quelle che prima di avere figli vivevano in palestra e alle quali si è letteralmente stravolta la vita con l’arrivo del primo, ma soprattutto del secondo, pupo.  Naturalmente il tempo a disposizione si riduce drasticamente una volta diventata mamma e se ci si vuole mantenere in forma bisogna avere una grande forza di volontà e massimizzare il (poco) tempo a disposizione.

Fitbit ti regala proprio questo. Avendo a disposizione di un clic in ogni momento il battito cardiaco, i passi raggiunti e le calorie consumate sei sempre stimolata a fare di più. Ma non solo.

Ti rendi conto che tante attività che puoi fare con i tuoi figli sono meglio della palestra! Col mio bimbo “grande” di quasi 3 anni andiamo tutti i giorni al parco a giocare con la palla e a camminare alla ricerca di anatre, lucertole e tartarughe. Lui si diverte e io vedo crescere il mio livello di “esercizio quotidiano” costantemente misurato dal Fitbit.

Quando ho il “piccolino” di 8 mesi invece andiamo a fare lunghe passeggiate all’aria aperta sia sul passeggino sia con il marsupio porta enfant. È incredibile come salga il battito cardiaco solo spingendo il passeggino e come si impenni quando indosso il marsupio!

Allo stesso tempo continuo a ritagliarmi un’oretta al giorno per allenarmi. Grazie a MammaFit infatti posso allenarmi portando con me i miei bambini! Fin da un mese dopo la nascita del mio primo figlio ho aderito alle iniziative del gruppo MammaFit e mi sono subito rimessa in pista nonostante l’allattamento a richiesta. Infatti durante la lezione possiamo portare i bambini e allenarci con loro stando attente alle loro esigenze.

Ci sono diversi livelli di attività: dalle semplici passeggiate agli esercizi col passeggino fino ad arrivare al vero e proprio allenamento ad alta intensità  (HIIT).  Il mio Fitbit mi stimola durante queste attività a dare sempre il massimo.

Un’altra interessante funzione che ho scoperto nel mio tracker Fitbit é il monitoraggio del sonno. Importantissimo per una mamma visto che, a causa dei numerosissimi risvegli dei neonati, non si ha mai idea di quanto si è realmente dormito e soprattutto non si può capire se si è riposato a sufficienza. Non dimentichiamo infatti che il sonno gioca un ruolo fondamentale nel benessere e contribuisce allo stato di forma fisica.

Così ho iniziato ad andare a letto prima visto che il Fitbit mi allerta che durante le ore di sonno ho avuto 80 minuti di risveglio agitato e non sono arrivata alle 8 ore stabilite!

Non posso che dire a tutti: Fitbit aiuta veramente a stare meglio.

Comments

comments

Lascia una risposta