Comunicare con il proprio figlio

Sei una mamma attenta e desideri il meglio per tuo figlio?

Lo sapevi che Il modo in cui noi mamme comunichiamo con i nostri figli può condizionare fortemente la loro personalità?

Certamente, nel bene e nel male, i nostri figli percepiscono l’influenza anche del mondo esterno come quella delle maestre e degli amici. Tuttavia, noi mamme abbiamo senz’altro la responsabilità più grande.

Bisogna intervenire facendo attenzione al proprio linguaggio e ai propri gesti. Teniamo sempre presente che i bambini di oggi saranno gli adulti, felici o infelici, sicuri o insicuri, di domani.

Se il focus è crescere bene i nostri pargoli, frasi come:

– “Sei sempre il solito imbranato, devi fare attenzione.”

– “Sei uno stupido, non ti sopporto più.”

dovrebbero essere riviste.

Chiaramente anche quando una madre pronuncia frasi simili, ha comunque intenzioni positive. Ma cosa veramente passa nell’inconscio del suo piccolo? Frasi cariche di negatività ripetute più volte da una figura così importante come la madre per i primi 4 o 5 anni di vita di un bambino, probabilmente condizioneranno la sua identità e a 6 anni la sua autostima sarà già compromessa.

Cosa possiamo fare per non influenzare in modo negativo la personalità dei nostri cuccioli?

Invece di focalizzarci sui loro errori, possiamo scegliere in modo consapevole di mettere la nostra attenzione ed energia sulle loro capacità e qualità.

“Sei un bambino davvero creativo!”

“Sei molto bravo a colorare!”

E quando “combina qualche pasticcio”, dopo un bel respiro profondo, gli diciamo semplicemente:

“è meglio fare attenzione”.

Ancora meglio:

“Guarda, se questa cosa la fai in questo altro modo, ottieni un risultato migliore”.

Con tanto amore, fiducia e buon esempio, i nostri figli, man mano che crescono, cambieranno comportamento anche da soli, capiranno da sé che stando attenti alle cose che fanno avranno dei risultati più soddisfacenti. Inoltre capiranno che sbagliando si impara!

Elaine Barbosa.

Comments

comments

Lascia una risposta