Il sonno delle mamme

Per le neo-mamme, il sonno è sicuramente un aspetto importante ma spesso problematico.

I piccoli bebè hanno un ciclo del sonno che è completamente diverso da quello degli adulti e, nelle loro prime fasi della vita, i risvegli notturni possono essere anche ogni 2/3 ore. È chiaro che la mamma che allatta, e che quindi non può fare turni con il proprio marito, deve seguire personalmente tutti risvegli del proprio piccino.

Questo è uno dei motivi per cui la mamme sono particolarmente stanche : non possono più beneficiare di un sonno ristoratore di 7/8 ore come prima. Inoltre questo cambiamento è particolarmente improvviso, anche se durante l’ultimo trimestre della gravidanza alcune donne sperimentano dei risvegli notturni immotivati. C’è chi sostiene che questo sia una preparazione del corpo all’allattamento notturno del bebè in arrivo, chi invece parla di ormoni, chi parla di ansia con l’avvicinarsi del parto.

Alcuni tracker Fitbit, come Alta HR o Charge 2, possono tracciare i ritmi del sonno grazie a una tecnologia studiata per monitorarne tutte le fasi : sono leggero,  sono profondo, fase REM.
Il consiglio che possiamo darti è quello di sincronizzare i tuoi tempi con quelli del tuo bambino, tralasciando le incombenze quotidiane come la spesa, pulire la casa, riordinare, cucinare ma fatti aiutare da chiunque possa darti una mano. Il corpo piano piano un po’ si abituerà a questo nuovo ritmo.

Con Fitbit potrai monitorare le ore e la qualità del sonno e condividere con il papà la tua stanchezza! Se sei troppo stanca e vedi che il tracker conferma lo scarso riposo, hai mai pensato di tirare il latte e farlo dare al papà qualche volta? Magari una volta ogni tanto può essere un grande aiuto!

Comments

comments

Lascia una risposta