Kinesio tape per la diastasi in gravidanza e dopo

Se sei una mamma in dolce attesa che vuole aiutarsi a prevenire la diastasi, puoi cercare un professionista (ostetrica, fisioterapista, osteopata) che ti possa sapientemente applicare i kinesio tape sul pancione. Solitamente posti a incrocio nella parte centrale dell’addome – anche se esistono altri modi di applicarlo – questi cerotti, grazie alla elasticità del materiale e al modo con cui vengono utilizzati, riescono a mantenere vicini i retti addominali, dando proprio un sostegno a questi muscoli che anatomicamente corrono da sotto le coste (processo xifoideo) fino al pube.

Ci siamo fatte raccontare la storia di mamma Elena, alla terza gravidanza con diastasi diagnosticata da ecografia ed un’ernia ombellicale. Per fortuna la sua ostetrica conosceva la tecnica e la sta aiutando a proseguire nella gravidanza e soprattuto nella crescita del pancione, cercando di contenere e anticipare possibili problematiche future.

Ad Elena è stato prima di tutto applicato un cerotto direttamente sopra l’ombellico ad effetto tamponamento sull’ernia, e poi sono stati applicati i cerotti a incrocio (come mostra la foto).

Per sostenere l’addome un po’ basso, l’ostetrica ha applicato dei lunghi cerotti ad abbraccio, che corrono più o meno paralleli al pavimento per intenderci, anche se questi ultimi possono anche essere applicati a bretella.

Elena ci ha detto che le vengono applicati dei cerotti anche sulla schiena, all’altezza delle fosse sacrali indicativamente, a formare un H oppure a cancelletto e che il peso della pancia è molto migliorato.

Attenzione però alle reazioni allergiche che la pelle può sviluppare con il cerotto. Per questo, viene comunque consigliato un riposo di almeno 24 ore ogni 3-4 giorni di applicazione.

Comments

comments

Lascia una risposta