Le coliche del lattante

Le coliche del lattante anche definite coliche gassose  si presentano nei primi mesi di vita con: crisi improvvise di pianto inconsolabile soprattutto di notte, irrequietezza, flessione delle gambe sull’addome, pugni chiusi, frequenti movimenti di suzione. Le crisi di pianto possono durare anche per ore e si possono manifestare sia nel lattante allattato artificialmente che in quello allattato al seno. I fattori che scatenano le coliche sono ancora oggi non ben chiare e le ipotesi patogenetiche sono le seguenti: aerofagia, disturbi della relazione madre-bambino, ipereccitabilità del bambino, inadeguatezza e stato di ansia di madre e/o famigliari, allergie alle proteine del latte vaccino, intolleranza alimentare, ipermobilità intestinale, incremento di ormoni intestinali.

Nella maggior parte dei casi si risolvono intorno al 3°-4° mese di vita.

Come superarle/trattarle?

Cercate di stare calme, perchè il vostro piccolo avverte la vostra ansia e più cresce la vostra ansia più aumenta la sua irrequietezza, cullatelo dolcemente e ritmicamente, massaggiategli il pancino in senso orario tenendolo a pancia in giù, provate a fargli un bagnetto caldo e consolatevi pensando che tra qualche mese le coliche scompariranno spontaneamente. Una tecnica molto efficace è quella del “massaggio infantile”che rassicura e distrae il vostro piccolo ed inoltre dona più sicurezza alla mamma.

In caso di dubbia allergia alle proteine del latte vaccino, in bambini allattati artificialmente, si consiglia di consultare il pediatra per intraprendere una dieta con latti speciali come : latti formulati di riso, idrolisati proteici estensivi (spinti) privi di lattosio, latti di soia, etc…mentre in caso di bambini allattati al seno si consiglia di proseguire l’allattamento al seno. Secondo alcuni studi  mettere a dieta la mamma che allatta con alimenti privi di proteine del latte vaccino  potrebbe apportare dei benefici, mentre secondo altri studi non serve fare alcuna dieta.  Se dopo pochi giorni dalla dieta con latti speciali le coliche si riducono e/o scompaiono allora ci troviamo difronte ad un lattante allergico alle proteine del latte. Non fate l’errore di sostituire il latte materno con il latte artificiale.

Per ridurre ed attenuare le coliche si possono utilizzare alcuni rimedi, farmaci, accorgimenti:

–                    In caso di bambino allattato al seno si consiglia di non tenerlo attaccato per più di un quarto d’ora  per seno e attaccatelo ad intervalli di circa 2 ore, non attaccatelo spesso ossia ogni volta che lo sentite piangere.

–                    La mamma dovrebbe evitare: tè, caffè, cioccolato, cola o altre bevande  contenenti caffeina in quanto potrebbero agitare il piccolo.

–                    In bambini allattati artificialmente bisogna sempre controllare i fori della tettarella del biberon che devono essere adatti per l’età del piccolo e non devono essere né troppo larghi né troppo stretti.

–                    Se il piccolo non si scarica da 2 giorni si consiglia di stimolarlo con un microclisma, inoltre ai fini di favorire la fuoriuscita di aria si consiglia di acquistare in farmacia un sondino rettale e previa applicazione di vasellina inserirne una piccola  parte all’interno dell’ano del piccolo senza forzare e con delicatezza, massaggiare delicatamente il pancino e far fuoriuscire l’aria e/o le feci (dietro consiglio medico). Sia il microclisma che il sondino rettale vanno usati con moderazione in quanto un loro abuso potrebbe comportare irritazioni anali e perianali.

–                     Integratori alimentari per lattanti a base di estratti titolati di passiflora, finocchio, camomilla e melissa

–                    Latti formulati speciali con idrolisi parziale delle proteine, ridotto contenuto di lattosio di lattosio perchè limita la distensione addominale

–                    In casi estremi si possono utilizzare farmaci antispastici intestinali (solo dietro consiglio pediatrico)

Comments

comments

Lascia una risposta