17° settimana

backGuardandoti allo specchio e ammirando la tua pancia che cresce con il passare delle settimane è possibile che tu possa notare una linea verticale, più scura che collega l’ombelico al pube: è la linea alba (o nigra)… segna il tuo ventre come volesse marcare un territorio nuovo, da scoprire, come volesse indicare la trasformazione speciale alla quale il tuo corpo si sta adattando.

Non solo: spesso quando ti muovi molto o sei più stanca del solito di sembra che la pancia diventi tutta dura. Effettivamente è così: l’utero è costituito da molte fasce muscolari in espansione (alla fine della gravidanza pesa circa 1 kg) e ogni tanto si contrae, per poi distendersi di nuovo.

Si allena, in preparazione del grande lavoro che svolgerà insieme a te e al tuo bambino in travaglio.

Queste contrazioni fisiologiche, indolori, non  ritmiche e distribuite nell’arco della giornata si chiamano di Braxton-Hicks.

Con il passare delle settimane saranno spesso associate o successive ai grandi movimenti del tuo piccolo e tenderanno ad aumentare in quantità, rimanendo indolori: chi fosse alla seconda o terza (o più!) gravidanza può percepire maggiormente queste contrazioni in caso di stanchezza e associate a dolenzia lombare.

Il piccolo compie continue capriole nel tuo ventre: scopre, conosce e riconosce ciò che lo circonda; nuota come se fosse davvero un pesciolino e si lascia dolcemente cullare dai tuoi movimenti, dai tuoi passi.

Lascia una risposta