5° settimana

IMG_2456

Se ti stai chiedendo le misure del tuo piccolino, sappi che sta crescendo a una velocita’ incredibile  e che se continuasse cosi’, il mondo sarebbe un posto per soli pochi giganti! Infatti l’embrione e’ gia’ 2 mm e solo un paio di settimane fa ha incominciato il suo sviluppo da 2 cellule molto speciali!

Per avere la certezza che questa avventura meravigliosa stia davvero per iniziare,è possibile eseguire un test di gravidanza con stick urine o con prelievo di sangue materno per la diagnosi certa.

Decidere se condividere la notizia dell’evento con familiari, amici, parenti o al lavoro è assolutamente soggettivo: spesso si decide di attendere sino all’esecuzione della prima ecografia per il riscontro in utero di quella speciale bollicina (camera  ovulare ) e della presenza del battito cardiaco fetale. In genere dopo il primo trimestre, la percentuale di aborto spontaneo decade drasticamente, quindi , quando arrivate a quel momento, sara’ anche una comunicazione piu’ serena. E’ vero pero’ che tutte le nostre “stranezze” non troveranno l’appoggio dei nostri cari, se non messi a conoscenza di quanto sta avvenendo.

Un’attenzione particolare, però, deve essere osservata per le future mamme che svolgono lavori particolari e nei quali è possibile venire a contatto con liquidi biologici di altre persone, liquidi e materiali irritanti o tossici (ad esempio raggi X), mettendo a rischio la propria salute e quella del piccolo: è necessario in questi casi informare tempestivamente il datore di lavoro per essere assegnate ad un incarico sicuro.

E’ possibile che tu stia iniziando ad avvertire variazioni del gusto e dell’appetito, soprattutto la mattina  al risveglio, con nausee importanti (spesso associate a vomito) : tali cambiamenti sono dovuti all’incremento dei livelli di bHCG (Gonadotropina corionica umana) secreta dallo sviluppo dell’embrione.

Ecco alcune strategie che potrai sperimentare per cercare di sentirti meglio. L’aiuto principale proviene da modificazioni dietetiche importanti: frazionare i pasti durante la giornata, utilizzare alimenti secchi (crackers, biscotti, pane tostato), bere a piccoli sorsi.

L’incremento di sostanze quali la vitamina B6 e B12 (acido folico), l’utilizzo di integratori specifici per la gravidanza a base di zenzero, rimedi omeopatici possono essere di notevole aiuto, soprattutto con sintomatologia importante da non permettere la normale idratazione quotidiana.

Lascia una risposta