Smettere di allattare

Smettere di allattare al seno, quando e come

Allattare al seno il proprio bambino è una delle esperienze più coinvolgenti da un punto di vista emozionale e più belle che una donna possa vivere.

Alcuni esperti consigliano , laddove ve ne sia la possibilità, di allattare il bambino al seno fino ai 3-4 anni, ma sul lato pratico non è facile arrivare ad allattare al seno il bambino per così tanto tempo e non sempre si fa il bene della mamma, del bambino e del resto della famiglia.

La mamma va sostenuta ed incentivata durante tutto il suo percorso di allattamento che si dovrebbe mantenere almeno fino al compimento del primo anno di vita del bambino. Decidere di smettere di allattare al seno intorno ai 12 mesi di età, non comporta grossi problemi sia per il bambino che per la mamma, dopo tale epoca il seno diventa un oggetto dal quale più dura l’allattamento nel tempo e più sarà difficile separarsi.

La difficoltà nel passaggio dal seno della mamma al mezzo artificiale “biberon”, è condizionato da diversi fattori:

  • più dura l’allattamento nel tempo, ossia più è grande il bambino, e più sarà difficile separarsi dal seno della mamma;
  • l’allattamento esclusivo al seno comporta qualche difficoltà in più se invece si è praticato l’allattamento misto sarà meno traumatico passare dal seno al biberon;
  • se il bambino si attacca al seno solo per placare la fame e prettamente durante le ore diurne sarà più semplice per contro se usa il seno della mamma come fosse un ciuccio ed anche per addormentarsi  sarà più dura.

Consigli utili

  • Non bisogna demoralizzarsi, ci vuole pazienza e rispetto per il proprio piccolo per cui si raccomanda di effettuare l’allontanamento del bambino dal seno della mamma in modo graduale e si ricorda che ogni bambino ha i sui tempi che dipendono dai fattori sopra citati.
  • In caso allattamento esclusivo al seno si consiglia di acquistare biberon che riproducono la forma del seno della mamma, in quanto essendo provvisti di una tettarella molto ampia riproducono il movimento naturale che il capezzolo effettua durante suzione ed inoltre anche visivamente  la forma arrotondata viene associata dal piccolo al seno.
  • La decisione di smettere di allattare al seno deve essere prese unicamente dalla mamma, non si deve fare pressione per smettere in quanto se la mamma non è convinta  il bambino  sarà il primo a capirlo perchè si alterneranno fasi in cui la mamma offrirà il seno a fasi in cui si rifiuterà per cui il bambino sarà sempre più confuso e ciò porterà ad uno stato di malessere sia della mamma che del piccolo; in conclusione per smettere di allattare al seno in modo meno traumatico possibile la mamma deve essere assolutamente decisa e risoluta ed una volta tolto il seno non bisogna ritornare sui  propri passi  (spesso il motivo che porta tante mamme a decidere di smettere di allattare al seno è la stanchezza fisica soprattutto se lavora per cui la decisione viene prese sia per il bene del bimbo che della mamma, altre volte la mamma sente che è proprio il piccolo a non volere più attaccarsi al seno).

La mamma non si deve sentire una cattiva mamma ed avere sensi di colpa per aver deciso di smettere di allattare al seno anzi deve complimentarsi con se se stessa per essere riuscita ad allattare il proprio bambino fino a quel momento.

  • Se il bambino è abituato a prendere il seno per addormentarsi ed è stato già avviato con successo lo svezzamento, si consiglia di offrirgli il seno solo per addormentarsi e poi provare in modo graduale ad offrirglielo sempre per meno tempo e solo il tempo di calmarsi per poi arrivare a farlo addormentare attuando altre strategie come ad esempio intonare una ninna nanna, raccontare delle fiabe etc.
  • Siccome l’allattamento coinvolge sia voi mamme che il vostro piccolo, è corretto prima di smettere di allattare al seno parlarne con lui cercando di fargli capire che è arrivato il momento di separarsi dal seno della mamma e che ci sono altri modi per stare vicini e relazionarsi insieme, guardate con sincerità il vostro piccolo negli occhi, stringetelo teneramente tra le vostre braccia; baciatelo, coccolatelo e fate in modo che lui percepisca che anche se non gli offrite più il seno voi per lui ci siete sempre per accompagnarlo per tutto il percorso della sua crescita.

Comments

comments

Lascia una risposta