Stipsi

Cacca: il mio bambino è costipato

Per stipsi si intende difficoltà ad evacuare le feci, associata a distensione e dolore addominale con defecazioni faticose e comporta l’emissione di feci sotto forma di palline dure (feci caprine) che possono provocare dolore e sanguinamento per la formazione di ragadi anali, caratterizzato da una ridotta frequenza delle evacuazioni rispetto all’età con l’arresto temporaneo delle feci nell’intestino crasso.

La stipsi è un malfunzionamento dell’intestino che può essere di origine “funzionale” o “organica” (causata da una specifica malattia che interessa l’intestino)

La stipsi funzionale può esserecausata da:

  • dieta povera di fibre
  • educazione al vasino troppo precoce (l’età giusta per l’educazione al vasino è tra 18-24 mesi di vita, senza forzature)
  • problemi psicologici
  • vita sedentaria
  • Il bambino è così preso dal gioco da non voler interromperlo per fare la pausa popò
  • più aumentano i giorni di stipsi più aumentano le feci non evacuate che si induriscono e rendono la defecazione sempre più difficile specialmente se si sono formate delle ragadi anali che causano dolore.

Spesso  la mamma riferisce di vedere il suo piccolo che continua a diventare rosso in viso come se stesse cercando di evacuare ma nel pannolino non trova nulla, tale condizione è abbastanza frequente ma raramente si tratta di reale stipsi.

Se il bambino è allattato al seno le feci sono spesso molli e frequenti, può evacuare ad ogni poppata (5-7 scariche al giorno di feci, soprattutto nei primi mesi), se allattato artificialmente le feci sono più compatte e meno frequenti da 1-4 evacuazioni al giorno ma può evacuare anche 1 volta ogni 3 giorni, in tal caso se il bambino è tranquillo e mangia regolarmente senza presenta altri problemi i genitori non si devono preoccupare. La frequenza delle evacuazioni tende a diminuire con l’aumentare dell’età per cui ad un anno di vita la maggior parte dei bambini evacua 1 volta al giorno. I bambini possono evacuare 2-3 volte al giorno oppure una volta ogni 2-3 giorni alcuni ad orario fissi altri senza regolarità, senza peraltro avere nessuna malattia di base.

Consigli utili per la stipsi

  • La dieta ricca di fibre che facilitano il transito intestinale stimolando l’attività peristaltica, sopratutto di verdura e frutta (kiwi, prugne, pere mature etc.) e alimenti integrali . Si consiglia di sostituire ogni tanto la pasta e il pane con cereali integrali.
  •  assumere quotidianamente yogurt (o altri alimenti ricchi di fermenti lattici che aiutano a ripristinare la flora batterica intestinale)
  • Per i bambini più grandicelli si consiglia l’attività fisica che tonifica i muscoli addominali e  favorisce la motilità intestinale (camminare o giocare correndo al parco per circa 45 minuti oppure nuoto, bicicletta, corsa per almeno 30 minuti)
  • Evitare fattori di stress, ansia, paura che sono in grado di alterare la motilità gastrica ed intestinale  e causare spasmi del colon.
  • assicurasi una buona idratazione bevendo acqua più volte al giorno, preferibilmente a temperatura ambiente (l’acqua aumenta la massa fecale, e rende le feci più morbide facilitando il transito intestinale è quindi l’evacuazione)
  • clisteri fino a evacuazione efficace, previo consultazione ed eventuale visita pediatrica
  • Per quanto concerne farmaci lassativi si consiglia di consultare il pediatra

Comments

comments

Lascia una risposta